Stagione di monta 2015: come richiedere gli stalloni dell’Istituto

Breve guida e riferimenti al Regolamento Stagione di Monta 2015

Scarica il Regolamento stagione di monta 2015, le Schede Stalloni 2015 e la Modulistica apposita.

Avete scelto lo stallone per la vostra fattrice tra quelli disponibili presso il DIRIP (ex Istituto Incremento Ippico). E ora?

Muntanaru - Finali ASSI 7 anni Elite, Arezzo 2012Per prima cosa, è bene precisare che il Regolamento si riferisce a “tutti gli equidi riproduttori operanti nei limiti della Regione Sardegna”, di cui i proprietari siano regolamente residenti in Sardegna. Pertanto, se siete degli allevatori che non operano in Sardegna, vi consigliamo di telefonare agli Uffici di Ozieri, per maggiori informazioni sull’acquisto del seme.

1. Come si richiede il seme?

Per richiedere l’assegnazione di uno stallone, bisogna farne richiesta scritta, compilando il MOD. 1 in tutte le sue parti, indicando un numero di fax o un indirizzo email per le successive comunicazioni. L’Isituto si riserva di assegnare lo stallone richiesto, in base al numero di monte disponibile e alla compatibilità delle linee sportive della fattrice e dello stallone richiesto. Il modello deve essere indirizzato per mezzo posta o fax ai recapiti indicati in calce:

All’ AGENZIA AGRIS
Servizio Qualità e Valorizzazione delle Produzioni Piazza D.Borgia, 4 – 07014 OZIERI (SS) Tel. 079/781609-15
FAX 079/781636 – 079/786624

 

2. Quanto e come devo pagare?

I pagamenti delle quote di fecondazione, devono essere anticipati e documentati. Occorre stabilire se la propria fattrice rientri nelle fasce di agevolazioni previste, secondo il tariffario, Allegato A del Regolamento (pag. 9):

  • Fattrici AA, AAS e PSA iscritte ai competenti Libri Genealogici
  • Fattrici, con almeno il 25% di sangue A.A., iscritte al competente Libro Genealogico, derivante dagli incroci e successivi meticciamenti di fattrici presenti sul territorio regionale con Stalloni “Sella Europei”
  • Fattrici Sella Italiane, iscritte al competente Libro Genealogico
  • Fattrici di razza P.S.I. – iscritte ad uno Stud Book – non usufruenti di caratura A.N.A.C.

Se la fattrice rientra in una di queste categorie, è possibile usufruire di tassi di monta agevolati, altrimenti è comunque possibile acquistare il seme a tasso intero.

Il tasso intero di monta deve essere pagato “nella misura del 100% all’atto dell’accoppiamento o del ritiro della prima dose del materiale seminale

Se la cavalla al 30 settembre 2015, non dovesse risultare gravida è possibile ottenere il rimborso del 50% della somma versata, facendone richiesta scritta entro il 15 ottobre 2015. All’istanza bisogna allegare anche il Certificato di Intervento Fecondativo (CIF) in originale ed opportuna certificazione medico veterinaria attestante la mancata gravidanza.

3. Come ottengo il seme acquistato?

Al ritiro del materiale seminale sono autorizzati solo i veterinari accreditati presso il Centro di Riproduzione Equina (CRE). Per nomi e recapiti, si veda pag. 17, Allegato C al Regolamento. I veterinari riproduttori accreditati sono in grado di procedere all’inseminazione artificaile della cavalla e di certificare l’avvenuto intervento fecondativo.

Hai ancora domande? Commenta qui sotto.

 

Stagione di monta 2015: tutti gli stalloni dell’Istituto

Scarica il Regolamento stagione di monta 2015, le Schede Stalloni 2015 e la Modulistica apposita.

Muntanaru - Finali ASSI 7 anni Elite, Arezzo 2012La stagione di monta in Sardegna, regolata dall’ex Istituto di Incremento Ippico (ora Dipartimento di Ricerca per l’Incremento Ippico – DIRIP), ha avuto il via lo scorso 16 febbraio, con l’approvazione e la pubblicazione del regolamento

Il Regolamento, è rivolto a tutte le fattrici operanti all’interno dei confini della Regione Sardegna e in particolare a quelle iscritte ai competenti Libri Genealogici:

  • Anglo-Arabo,
  • Anglo-Arabo Sardo,
  • Puro Sangue Arabo,
  • Sella Italiano,
  • Puro Sangue Inglese.

Anche quest’anno, forti agevolazioni per l’acquisto del seme a chi possiede fattrici  su tutte le categorie di stalloni. Gli allevatori pagheranno una quota molto inferiore al tasso intero della monta (circa il 70% in meno).

Le razze degli stalloni selezionati dal Dipartimento, con l’intenzione di migliorare la produzione equina sportiva in Sardegna, comprendono:

  • Selle Francais,
  • Stud Book del Belgio SbS e BWP, 
  • Anglo-Arabo,
  • Purosangue Arabo,
  • Purosangue Inglese,
  • Holsteiner,
  • Sella Italiano

Per la categoria Pony, vengono proposti i riproduttori di razza Welsh.

A tutti gli allevatori si consiglia di valutare bene il carattere e la morfologia della propria fattrice e di non farsi influenzare dalle mode del momento. In alcuni casi, gli stalloni proposti dall’Istituto possono essere perfetti per far nascere dei buoni puledri vendibili sul mercato ad un giusto prezzo, in altri casi potrebbe essere necessario valutare le offerte fatte da altri centri di monta, che possono essere altrettanto convenienti e, soprattutto, garantire dei buoni prodotti.

Spaventato dai moduli da compilare e dal Regolamento da leggere? Leggi la nostra breve guida su come richiedere il seme.

Un anno su SIdC: i mesi in sardo

Galleria

Questa galleria contiene 12 immagini.

Fine anno, è tempo di riflessioni! Ogni mese passato ha portato buone o cattive nuove, gioie o dolori, successi o dispiaceri. Per ricordare il tempo che va, abbiamo voluto dedicare una gallery ai protagonsti del nostro mondo, quello equestre, che … Continua a leggere

Stagione di monta 2015: a breve tutti gli stalloni dell’Istituto

stallone-istituto-incremento-ippico-sardegna

Attenzione! Il regolamento per la stagione di monta 2015 è stato pubblicato.
Consulta l’ elenco degli stalloni per la stagione di monta 2015, pubblicato dal DIRIP.

Per tutti gli appassionati, gli allevatori e i tecnici del settore, tornano i nostri consigli per la stagione di monta 2015.

Non appena disponibile, pubblicheremo il nuovo regolamento e l’elenco degli stalloni dell’ex Istituto di Incremento Ippico (ora Dipartimento di Ricerca per l’Incremento Ippico – DIRIP).

Il regolamento della stagione di monta viene pubblicato ogni anno dall’Istituto, che, in questo modo, ufficializza i tassi di monta, gli stalloni disponibili per gli allevatori sardi nell’anno successivo e l’elenco dei veterinari autorizzati per le inseminazioni (veterinari fecondatori). La data di pubblicazione del regolamento è variabile, solitamente i documenti sono resi disponibili tra la metà di febbraio e la prima settimana di marzo.

Ancora qualche settimana di pazienza, dunque, per avere le preziose informazioni, sulle quali basare l’importante scelta degli stalloni e delle linee di sangue da seguire. Rimani in contatto per leggere le schede di approfondimento degli stalloni migliori, selezionati dalla redazione.

Augurando a tutti quanti di fare una scelta talmente buona da produrre un crack,
Lo staff di SIdC

Sant’Efisio 2014: già polemiche aspettando il ritorno

Già polemiche per la sagra di Sant’Efisio 2014, ma stavolta riguardano il benessere dei cavalli

La festa di Sant’Efisio, giunta ormai alla 358^ edizione, non è mai stata esente da polemiche e probabilmente non lo sarà mai.

sant'efisio2014_cavallo_magroQuest’anno, però, le polemiche sono di carattere diverso. Subito dopo la sfilata, alcune foto fatte dai numerosi spettatori hanno evidenziato delle situazioni fisiche di alcuni cavalli che possono essere definite, se non altro, “critiche”.

La maggior parte dei numerosissimi cavalli partecipanti, appartenenti a 38 diversi gruppi più 4 gruppi di miliziani  sono bellissimi esemplari eccellentemente tenuti.

Tuttavia, tra questi spiccano almeno due casi che fanno riflettere sul senso di responsabilità dei proprietari che li hanno fatti partecipare alla processione.

Involontariamente, questi proprietari hanno alimentato le polemiche sul benessere degli animali, scatenando le ire del pubblico dei social network e le critiche all’organizzazione della manifestazione e al servizio veterinario, in altri anni molto attento a impedire l’uso di speroni e frustino durante la sfilata. Il caso ha avuto un pessimo ritorno d’immagine tra il pubblico e ha suscitato giustamente anche l’indignazione degli altri cavalieri partecipanti.

sant'efisio2014_cavalla_gravida

A parte appellarsi al buon senso dei proprietari, sicuramente uomini di cavalli esperti, il servizio veterinario si dovrebbe occupare di garantire il benessere degli animali, verificandone le condizioni fisiche alla partenza e all’arrivo, non limitandosi ai controlli sui passaporti.

Ferratura, zoppie, condizioni generali, battito e respiro sono indicatori ben più importanti della scadenza di un vaccino passata da trenta giorni.

Purtroppo, la presenza di casi così eclatanti rovina l’atmosfera della festa e l’orgoglio che si prova nel vedere una così ampia partecipazione da parte di tutta la Sardegna, per rendere omaggio al Martire Glorioso.

 Ph credits: facebook.com e unionesarda.it