Scheda stallone: Zirocco Blue VDL

zirocco_blue_VDL_03Zirocco Blue VDL, stallone approvato Sella Italiano, KWPN, Holsteiner e Hannover, è nato in Francia nel 2004. La sua linea paterna è da Mr. Blue, uno dei migliori cavalli, in termini di risultati, a livello di Grand Prix e Coppe del Mondo. La madre Licorne des Forets è figlia di Voltaire e ha nelle linee di sangue uno dei migliori riproduttori Selle Francais, come Le Tot de Semilly, che ha generato stalloni di calibro come Diamant de Semilly. La linea materna è caratterizzata da saltatrici, sia Licorne del Forets che Gekas des Forets e Rapsodie II hanno tutte intrapreso la carriera sportiva, saltando fino a 1.50m, oltre che produrre altri stalloni approvati e saltatori internazionali come Lavande des Forets.

zirocco_blue_VDL_04Le qualità migliori di Zirocco Blue VDL sul salto sono l’attenzione, la forza, l’ottima tecnica e la testa. Con il cavaliere Jur Vrieling ha raggiunto molti successi internazionali. Il suo breeding value è di 143.

Per quanto riguarda la progenie, i figli di Zirocco Blue VDL si sono distinti già a partire dal primo anno di attività riproduttiva, venendo apprezzati anche nelle selezioni dei riproduttori della razza KWPN.

Zirocco Blue VDL è uno stallone adatto a fattrici esili, in quanto tende a dare altezza e struttura. Per evitare di avere prodotti pesanti e vecchio stile, si consiglia di usare delle fattrici moderne e di sangue, in quanto i tratti derivanti da Voltaire potrebbero tendere verso un tipo di puledro con una struttura importante. Alcuni annoverano tra le caratteristiche morfologiche una testa dalle linee marcate. Caratterialmente, i puledri sono equilibrati e con una buona propensione per il salto.

VIsita il sito VDL Stud per informazioni sul seme.

Genealogia

zirocco_blue_genealogia

Video

Annunci

Lavorare il cavallo senza sella: pro o contro?

senza-sellaQuando si parla di andare a cavallo senza sella, si pensa alla sensazione di libertà che può suscitare una galoppata in mezzo ai prati, strettamente a contatto con il nostro cavallo. Tuttavia, è giusto chiedersi che tipo di effetti andare a cavallo senza sella (in inglese, bareback riding) possa avere sul nostro compagno di avventure.

Come viene distribuito il peso sulla sua schiena?

Che differenze ci sono, rispetto a quando si usa la sella?

Secondo un articolo apparso su Practical Horseman, la distribuzione del peso del cavaliere sulla schiena del cavallo è migliore senza la sella, piuttosto che con la sella. Questo perchè, come spiega il dott. Harman, responsabile dello studio:

“I punti di contatto primari tra il cavaliere e la schiena del cavallo sono le cosce del cavaliere. Sia la schiena del cavallo che le cosce del cavaliere sono superfici mobili, in connessione dinamica. Ciò crea meno punti di pressione, rispetto alla monta con la sella, dove tra i due si inserisce un elemento rigido”.

I test scientifici sono stati effettuati utilizzando un sottosella computerizzato, che registra le pressioni esercitate durante il lavoro. Per la maggior parte dei cavalli, essere montati con o senza sella non fa alcuna differenza, salvo causare loro delle preoccupazioni per l’instabilità del cavaliere, o per una sensazione differente.

Dal punto di vista del cavaliere, montare senza sella è un ottimo esercizio per migliorare il proprio assetto, l’equlibrio e sentirsi più a contatto con il cavallo. A seconda delle caratteristiche reciproche di cavallo e cavaliere, ci sono, però, delle situazioni in cui può essere sconsigliato. Ad esmpio, quando il nostro cavallo ha un garrese molto alto, oppure un tronco molto largo rispetto all’apertura delle nostre gambe.

In condizioni normail, montare senza sella sarà rilassante e dvertente per entrambi.

Scheda stallone: Numero Uno

Numero_Uno_1Numero Uno (KWPN, 1995) è stato allevato in Olanda dal signor Van Deursen e acquistato quasi immediatamente dalla famiglia Horn, che ha visto in lui un potenziale saltatore. Il tempo ha poi confermato le doti del puledro, che Hans Horn descrive mettendo in risalto l’ottimo modello, il sangue e il carattere sveglio. A livello sportivo, Numero Uno ha iniziato la sua carriera internazionale con Marco Kutscher, che ne ha apprezzato il buon carattere, la disponibilità sul salto e il rispetto che Numero Uno ha sempre dimostrato in campo gara.

Numero_UnoNonostante la breve carriera sportiva, Numero Uno e Kutscher hanno portato a casa diversi successi in World Cup, tra cui i podi a Verona, Vigo, Amsterdam e Zurigo.

Suo padre, Libero H, è considerato uno dei migliori stalloni per il salto ostacoli, dato che numerosi suoi figli sono saltatori vincenti a livello internazionale, mentre la madre, Jolanda, è una figlia di Lord Calando. Il sangue di entrambi deriva dal purosangue inglese Ladykiller, tramite Landgraf I (1966-1996), da parte di padre, e Lord (1967-1993), da parte di madre, due degli stalloni che hanno dato più lustro alla razza Holsteiner.

Per quanto riguarda la progenie, Numero Uno trasmette buona parte della sua qualità ai figli (breeding value: 146 al 93%). Tra i 1431 puledri, sei sono stalloni approvati KWPN, mentre si registrano 73 fattrici selezionate. I puledri si distinguono per il bel modello, con un treno anteriore ben conformato e la testa leggera. A volte, tuttavia, la groppa è dritta e lunga e i garretti molto angolati, caratteristiche passate dall’antenato Landgraf I. I puledri hanno dei bei movimenti, ampi, elastici ed equilibrati.

Visita il sito Elite Stallions per informazioni sul seme.

Genealogia

numerouno_genealogia

Video

Guarda il video su YouTube

Scheda stallone: King Size

Horse_King_SizeKing size, stallone Anglo Arabo (percentuale di sangue arabo: 43.69%), nato in Francia nel 1998 nell’allevamento del signor Jamault Laurent, è stato acquistato dal DIRIP (ex Istituto di Incremento Ippico) in Sardegna nel 2010.

Approvato stallone Selle Francais nella categoria Elite per Concorso Completo di Equitazione (C.C.E.), ha avuto un’abbondante produzione allevatoriale sia in Francia che in Italia, dove si contano 88 puledri nel periodo 2011-2013. Il suo breeding value è molto alto, per un valore di 160 al 95%, significando che King Size ha un alto tasso di trasmissione delle proprie qualità nella discendenza.

Horse_King_Size_01Caratteristiche dello stallone sono una grande sensibilità verso il salto, sangue, equilibrio, una buona bocca e una buona galoppata, essenziali per la produzione dei moderni cavalli da C.C.E. La struttura morfologica è quella caratteristica dell’Anglo Arabo, dalla schiena corta, e un’altezza di 163 cm.

Per quanto riguarda la sua carriera sportiva, King Size ha ottenuto buoni risultati tra i cavalli giovani in Francia distinguendosi già all’età di 3 anni.  La sua carriera internazionale inizia nel 2006 (all’età di otto anni) e si conclude nel 2008 con diversi successi in Gran Premio (Chantilly, Bratislava, San Sebastian, Rioms).

Tra la progenie si segnala Socu Deo (all. Antonio Monte), proveniente dalla prima produzione dell’allevamento sardo e vincitore del criterium alla Grande Semaine di Pompadour nel 2013, per la categoria dei 2 anni del Campionato Internazionale dell’Anglo Arabo.

Un altro filgio illustre di King Size è Toumim d’Olympe ENE-HN, campione 2014 in Francia nella disciplina C.C.E., sotto la sella di Matthieu Vanlandeghem.

Si presume che il seme sarà messo a disposizione degli allevatori dal DIRIP – ex Istituto Incremento Ippico anche per il 2015. Seguiteci su Facebook per ulteriori informazioni.

Genealogia

King_size_stallion_genealogia

Un anno su SIdC: vi presentiamo i nostri lettori

Il teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo sito è stato visitato circa 16.000 volte nel 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 6 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Ma…chi sono state queste sedicimila persone che hanno visitato il nostro sito durante il 2014?

Da dove provengono i visitatori?

I visitatori provengono da 59 paesi, principalmente da Italia, USA e Francia. world_SIdC

Quali sono stati gli articoli più letti?

I nostri articoli sono attualmente 103. Il giorno più trafficato dell’anno è stato il 4 maggio con 300 pagine lette. Il messaggio più popolare quel giorno fu Sant’Efisio 2014: già polemiche aspettando il ritorno. I cinque articoli più letti in tutto l’anno sono stati:

  1. Stagione di monta 2014: tutti gli stalloni dell’Istituto
  2. Scheda stallone: Acorado II
  3. Scheda stallone: Concoral
  4. Scheda stallone: Kannan
  5. Sant’Efisio 2014: già polemiche aspettando il ritorno

referrers_SIdCCome sono arrivati sul sito?

I lettori ci hanno trovato principalmente tramite Facebook, Google+ e vari motori di ricerca.

Grazie al nostro staff, cerchiamo sempre di divulgare i nostri articoli tramite i social media, in modo che le informazioni possano arrivare a chi ne ha bisogno.

 

Con il proposito di crescere e di migliorare saremmo molto curiosi di leggere i vostri commenti!

VI ringraziamo per i risultati ottenuti e cercheremo di soddisfare le vostre curiosità sul mondo equestre anche nel 2015.

Lo staff di SIdC