#21: Roma Caput Mundi

sotto-lo-stesso-cielo

Sotto lo stesso cielo

Lorenzo

L’argomento del giorno era l’imminente Saggio delle Scuole che si sarebbe svolto ai Pratoni del Vivaro a Roma. Il Saggio si sarebbe svolto dal Venerdì alla domenica di quella stessa settimana. Era uno dei concorsi più importanti ed affollati ed era davvero bellissimo.

“Ciao ragazzi! Allora avete già deciso come organizzarci per andare giù?”

Sigaretta in bocca e accendino in una mano, i miei due migliori amici, Riccardo e Giulio sembravano dei gangster.

“Potremmo partire mercoledì mattina, pomeriggio stiamo giù, montiamo, usciamo e venerdì si punta dritti all’oro”.

Aveva già calcolato tutto. Guardai soddisfatto il mio baule da concorso blu. Era proprio bello.

“Hey Mastro Lindo a che punto sei?!”

“Io ho finito e tu”

Gli urlai di rimando, nell’attesa della sua immediata risposta. -Finito ora!

Per me e Rick, il Saggio era da anni l’occasione per fare le pulizie generali che generalmente rimandavamo in continuazione.

“Mio Dio ragazzi… Che schifo!”

Giulio aveva inciampato in un sottosella abbandonato a terra ed era finito nel pelo del suo cavallo appena tosato.

Sguardo complice. E scoppiammo tutti a ridere.

Iris

La mattina sembrava non finire più. Ero solo alla 4 ora e non riuscivo a concentrarmi sulla materia in questione. Avevo in mente tutto. Tutto, tranne che grafica. Fortunatamente, il sonno passò non appena realizzai che era lunedì, e che giovedì sarei partita per Roma. Ed io dovevo ancora preparare tutto, guardare gli ordini di partenza e cominciare a studiare la ripresa di dressage. Insomma ero nei guai fino al collo.

Se solo avessi saputo il suo nome…Cominciavo ad avere davvero tanti, forse troppi rimpianti. Avrei dovuto presentarmi. Spulciai nuovamente tutti gli ordini di partenza. Proprio non avevo idea di come avrebbe potuto chiamarsi, né che età avesse.

“Tizio? Pierfrancesco? Caio? Michele? Luca? Sempronio? Chi sei?”

Fissavo crucciata quelle liste di nomi. Zero idee.

Al Saggio ci andava sempre un mucchio di gente, potevo solo sperare in un aiutino dal cielo e pregare affinché venisse anche lui.

…to be continued

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...