Scheda stallone: Singulord Joter

Singulord_Joter_3Singulord Joter è uno stallone Holsteiner, allevato in Brasile dal signor Haras Joter, nato nel 2000, disponibile in Italia in seme fresco. Approvato in Brasile, Germania e Italia oltre che per Holstein e Oldenburg, ha già dei figli approvati a loro volta tra cui Stanfour, Storm e Singulaer della Caccia.

A riprova della qualità di questo stallone, ci sono i risultati della sua carriera sportiva: durante la valutazione per l’approvazione come stallone Holsteiner abbe 10 come voto per la sua tecnica sul salto, più tardi vinse le categorie dei cavalli giovani fino al livello medio e ottenne buoni risultati nelle competizioni internazionali per giovani cavalli.

Per quanto riguarda la genealogia, il padre Singular Joter II è un saltatore a livello di Coppe del Singulord_Joter_1Mondo, che ha dato saltatori con grande temperamento e il cui sangue è apprezzato nelle linee materne delle fattrici. E’ rinomato per essere un miglioratore del movimento, qualità che ha passato anche al figlio Singulord.

Nella linea paterna, figura Silvestre, figlio di Silvester, stallone Holsteiner che ha dato stalloni approvati sia da salto che da dressage, ma con caratteristiche poco moderne.

Nella linea materna, si trova il capostipite Ladykiller, tramite il figlio diretto Lord, oltre che Almè Z.

Per quanto riguarda la morfologia, abbandonate in parte le caratteristiche pesanti dei progenitori, i prodotti di Singulord hanno figure slanciate, colli lunghi attaccati alti. Alcuni allevatori riportano di prestare particolare attenzione alla conformazione dei posteriori, perchè tendenti al molto arcuato, perciò consigliano di usare questo tallone su fattrici che abbiano una conformazione dei posteriori abbastanza corretta.

In Italia il seme è acquistabile dalla società ProCrea di Anna Zorzan, che opera in provincia di Brescia. Le condizioni di vendita offerte prevedono 300€ + 700€ a cavalla gravida.

Genealogia

singulord_joter_genealogia

Video

Annunci

Stagione di monta 2015: come richiedere gli stalloni dell’Istituto

Breve guida e riferimenti al Regolamento Stagione di Monta 2015

Scarica il Regolamento stagione di monta 2015, le Schede Stalloni 2015 e la Modulistica apposita.

Avete scelto lo stallone per la vostra fattrice tra quelli disponibili presso il DIRIP (ex Istituto Incremento Ippico). E ora?

Muntanaru - Finali ASSI 7 anni Elite, Arezzo 2012Per prima cosa, è bene precisare che il Regolamento si riferisce a “tutti gli equidi riproduttori operanti nei limiti della Regione Sardegna”, di cui i proprietari siano regolamente residenti in Sardegna. Pertanto, se siete degli allevatori che non operano in Sardegna, vi consigliamo di telefonare agli Uffici di Ozieri, per maggiori informazioni sull’acquisto del seme.

1. Come si richiede il seme?

Per richiedere l’assegnazione di uno stallone, bisogna farne richiesta scritta, compilando il MOD. 1 in tutte le sue parti, indicando un numero di fax o un indirizzo email per le successive comunicazioni. L’Isituto si riserva di assegnare lo stallone richiesto, in base al numero di monte disponibile e alla compatibilità delle linee sportive della fattrice e dello stallone richiesto. Il modello deve essere indirizzato per mezzo posta o fax ai recapiti indicati in calce:

All’ AGENZIA AGRIS
Servizio Qualità e Valorizzazione delle Produzioni Piazza D.Borgia, 4 – 07014 OZIERI (SS) Tel. 079/781609-15
FAX 079/781636 – 079/786624

 

2. Quanto e come devo pagare?

I pagamenti delle quote di fecondazione, devono essere anticipati e documentati. Occorre stabilire se la propria fattrice rientri nelle fasce di agevolazioni previste, secondo il tariffario, Allegato A del Regolamento (pag. 9):

  • Fattrici AA, AAS e PSA iscritte ai competenti Libri Genealogici
  • Fattrici, con almeno il 25% di sangue A.A., iscritte al competente Libro Genealogico, derivante dagli incroci e successivi meticciamenti di fattrici presenti sul territorio regionale con Stalloni “Sella Europei”
  • Fattrici Sella Italiane, iscritte al competente Libro Genealogico
  • Fattrici di razza P.S.I. – iscritte ad uno Stud Book – non usufruenti di caratura A.N.A.C.

Se la fattrice rientra in una di queste categorie, è possibile usufruire di tassi di monta agevolati, altrimenti è comunque possibile acquistare il seme a tasso intero.

Il tasso intero di monta deve essere pagato “nella misura del 100% all’atto dell’accoppiamento o del ritiro della prima dose del materiale seminale

Se la cavalla al 30 settembre 2015, non dovesse risultare gravida è possibile ottenere il rimborso del 50% della somma versata, facendone richiesta scritta entro il 15 ottobre 2015. All’istanza bisogna allegare anche il Certificato di Intervento Fecondativo (CIF) in originale ed opportuna certificazione medico veterinaria attestante la mancata gravidanza.

3. Come ottengo il seme acquistato?

Al ritiro del materiale seminale sono autorizzati solo i veterinari accreditati presso il Centro di Riproduzione Equina (CRE). Per nomi e recapiti, si veda pag. 17, Allegato C al Regolamento. I veterinari riproduttori accreditati sono in grado di procedere all’inseminazione artificaile della cavalla e di certificare l’avvenuto intervento fecondativo.

Hai ancora domande? Commenta qui sotto.

 

Stagione di monta 2015: tutti gli stalloni dell’Istituto

Scarica il Regolamento stagione di monta 2015, le Schede Stalloni 2015 e la Modulistica apposita.

Muntanaru - Finali ASSI 7 anni Elite, Arezzo 2012La stagione di monta in Sardegna, regolata dall’ex Istituto di Incremento Ippico (ora Dipartimento di Ricerca per l’Incremento Ippico – DIRIP), ha avuto il via lo scorso 16 febbraio, con l’approvazione e la pubblicazione del regolamento

Il Regolamento, è rivolto a tutte le fattrici operanti all’interno dei confini della Regione Sardegna e in particolare a quelle iscritte ai competenti Libri Genealogici:

  • Anglo-Arabo,
  • Anglo-Arabo Sardo,
  • Puro Sangue Arabo,
  • Sella Italiano,
  • Puro Sangue Inglese.

Anche quest’anno, forti agevolazioni per l’acquisto del seme a chi possiede fattrici  su tutte le categorie di stalloni. Gli allevatori pagheranno una quota molto inferiore al tasso intero della monta (circa il 70% in meno).

Le razze degli stalloni selezionati dal Dipartimento, con l’intenzione di migliorare la produzione equina sportiva in Sardegna, comprendono:

  • Selle Francais,
  • Stud Book del Belgio SbS e BWP, 
  • Anglo-Arabo,
  • Purosangue Arabo,
  • Purosangue Inglese,
  • Holsteiner,
  • Sella Italiano

Per la categoria Pony, vengono proposti i riproduttori di razza Welsh.

A tutti gli allevatori si consiglia di valutare bene il carattere e la morfologia della propria fattrice e di non farsi influenzare dalle mode del momento. In alcuni casi, gli stalloni proposti dall’Istituto possono essere perfetti per far nascere dei buoni puledri vendibili sul mercato ad un giusto prezzo, in altri casi potrebbe essere necessario valutare le offerte fatte da altri centri di monta, che possono essere altrettanto convenienti e, soprattutto, garantire dei buoni prodotti.

Spaventato dai moduli da compilare e dal Regolamento da leggere? Leggi la nostra breve guida su come richiedere il seme.

Scheda stallone: Gratianus

gratianus_stalloneGratianus è uno stallone Westfalen, approvato in Begio e in Italia, nato in Germania nel 1992 presso il sig. Oesterdiekhoff, noto produttore di cavalli sportivi da salto ostacoli. Alto 170 cm, è figlio di Grannus e Piroschka, portando da parte di madre il sangue di Pilot, con il ritorno di Graphit.

La madre, da Pilot e Weica, è sorella piena degli stalloni Westfalen Pro Pilot I e Pro Pilot II, di cui il secondo è saltatore a livello internazionale di Grand Prix e Coppe del Mondo, insieme a Co-Pilot I. Weica stessa ha avuto una buona carriera sportiva, saltando fino a 1,40 m prima di essere messa in razza.

GratianusGratianus è uno stallone baio dalla schiena lunga, con un’ottima struttura anteriore, buoni movimenti al passo e un trotto abbastanza ampio. Durante il performace test a Medingen, che vinse, dimostrò sicurezza e molta forza nel salto in libertà, che gli fruttarono i voti 8,5 e 9 nell’attitudine al salto. Montato, si muoveva bene sotto il cavaliere, usando moderatamente il posteriore e saltando con forza, ma con poca elasticità. Nel 1996, vinse il Circuito Classico per gli stalloni di 4 anni. Iniziò la sua carriera internazionale nel 2001, con Dirk Demeersman.

Per quanto riguarda i prodotti, sono cavalli funzionali, che si sviluppano bene, con una buona struttura superiore e abbastanza unformi nelle caratteristiche. Il collo e la spalla sono correttamente disegnati, i posteriori abbastanza arcuati sotto il corpo, gambe forti e asciutte. A volte, però, gli zoccoli non hanno buoni appiombi, risultando irregolari. I movimenti al passo sono ampi, il trotto manca di un po’ di spinta, ma è sufficientemente ampio.

gratianis_stalloneAvendo una morfologia importante, lo stallone è consigliato su fattrici moderne, per evitare di appesantire la struttura dei puledri.

Il seme è stato disponibile presso il DIRIP (Dipartimento di Ricerca per l’Incremento Ippico) nella stagione di monta 2009.

 Genealogia

gratianus_genealogia

 

Scheda stallone: Darco

DarcoDarco è stato uno degli stalloni più influenti nell’allevamento mondiale dei tempi recenti. Nato nel 1980, venne messo in razza nel 1984, raggiungendo l’ottavo posto del WBFSH – Salto Ostacoli già nel 1999, con 35 puledri prodotti. E’ l’unico stallone fin’ora ad aver ottenuto la prima posizione del WBFSH – Salto Ostacoli per quattro anni consecutivi (2008-2009-2010-2011), rimanendo nelle prime dieci posizioni anche  nel 2012 (terzo) e nel 2013 (settimo), continuando ad essere considerato un pilastro dell’allavemento sportivo anche nel 2014 (ventiseiesimo). E’ morto nel 2006, a a causa di un incidente in box, durante il quale si fratturò un arto.

Per quanto riguarda la genealogia, Darco è figlio di un illustre stallone dell’allevamento Belga, Lugano Van la Roche, padre di medaglie olimpiche (come Egano), campioni europei (come La Ina) e saltatori di Gran Premi. Particolarmente riuscito l’incrocio tra le linee di sangue di Lugano e di Cottage Son, di cui Codex (il nonno di parte materna) è discendente. Atoucha, una delle antenate, si distinse per il coraggio sul salto, l’attitudine per la campagna e il dressage, e per la forte costituzione.

Darco_1La carriera sportiva di Darco, campione belga a 5 e 6 anni, è stata costellata di successi nel salto ostacoli internazionale, sotto la sella di Ludo Phillippaerts, a partire dal 1988 quando vinse la tappa  di Coppa del Mondo a Londra. Darco partecipò ai Campionati del mondo a Stoccolma nel 1990 (finendo al sesto posto) e alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 (settimo).

Tra i figli, Ksar Sitte, NonstopOtterongo, Parco e King Darco sono i più famosi saltatori internazionali.

Darco è uno stallone che, nelle parole di Ludo Phillippaerts, non ha bisogno di fattrici di sangue, in quanto, pur essendo un cavallo pesante di struttura, non era un cavallo pesante da montare. Il cavaliere sottolinea anche il fatto che Darco fosse un cavallo molto sensibile e a volte complicato da gestire, mentre i figli, come Parco, risultano più facili da montare, onesti, con un buon carattere e una buona testa. Da tenere in considerazione il fatto che Darco diretto è consigliato comunque per fattrici moderne, di struttura sottile, per mitigare la morfologia pesante di questo stallone, caratterizzato da corpo pesante e arti corti. Le femmine di Darco sono buone fattrici, adatte all’allevamento e alla produzione di puledri di qualità.

Il seme è disponibile solo congelato, l’uso viene consigliato su fattrici giovani e facili da ingravidare.

Scrivi a staff@sardegnaisoladicavalli.com per saperne di più.

Genealogia

Darco_genealogia

Video